Come pubblicare un libro è la domanda principale che molti autori in erba o alle prime esperienze si ripetono mille volte, alla ricerca di un editore che possa coronare il loro sogno. Oggi come oggi, pubblicare un libro non è una cosa difficile, dato che sotto la spinta della domanda di pubblicazione proveniente da molti autori esordienti e non, sono nate tante case editrici o pseudo tali che offrono la pubblicazione di un manoscritto un po’ a tutti. Districarsi nella giungla  “editoriale” diventa una delle prime sfide dell’aspirante scrittore, che spesso è all’oscuro dei meccanismi (a volte molto subdoli) del mercato editoriale italiano che premia e supporta quasi sempre la visibilità dell’autore a discapito della qualità. Infatti, non è raro imbattersi in piccoli “capolavori” che purtroppo non hanno quasi mai speranza di emergere se l’autore non è un personaggio noto o non abbia modo di avvalersi di quelle motivazioni “commerciali” che sono fondamentali per ritagliarsi un piccolo spazio.
Alle prime pubblicazioni, e soprattutto se i primi libri pubblicati non hanno avuto nessun riscontro, per un autore è quasi impossibile farsi pubblicare da un grosso marchio editoriale (a meno che non si passi per determinati canali) e quasi sempre gli viene chiesto un contributo per la pubblicazione che di solito è “parametrato” alla serietà dell’editore. Inoltre, bisogna dire, che molti editori non sono altro che aziende che si occupano della stampa del libro e di null’altro dato che il loro guadagno deriva esclusivamente dalla quantità di libri che riescono a stampare in un anno. Un fenomeno che si è sviluppato molto negli ultimi anni è quello del book on demand, praticamente stampa su richiesta. Anche in questo campo si può trovare di tutto: la maggior parte sono interessati esclusivamente alla stampa, non curando per nulla l’aspetto grafico e l’immagine di copertina che spesso sono lasciati come incombenza all’autore. Infatti, si ha a che fare con software predefiniti dove si caricano i testi e le immagini e si ottiene il prodotto finito con tanto di preventivo di stampa. Dall’altra parte, e sono la netta minoranza, ci sono veri editori che offrono questo tipo di servizio occupandosi di tutto l’iter di pubblicazione, non lasciando azioni come l’impaginazione e realizzazione della copertina all’autore che spesso non sono compatibili con le modalità di stampa, inficiando la qualità del libro finale. Questa tipologia di editori può offrire anche tutta una serie di servizi editoriali, quali la correzione delle bozze e la distribuzione del libro, che equiparano la pubblicazione a una pubblicazione per così dire “tradizionale” lasciando il giudizio ultimo sulla qualità del libro al suo giudice naturale: Il lettore.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.